La Pineta a Rosolina Mare

  • Pineta di Rosolina Mare

La Pineta

La pineta, composta di pino marittimo e pino domestico , è il risultato di rimboschimenti effettuati tra gli anni '40 e '50 per difendere dai venti marini, ricchi di aerosol, le colture agricole e vallive retrostanti. Nel tempo queste formazioni si sono spontaneamente arrichiete nel sottobosco di elementi rari, quali le orchidee. La presenza del leccio nel sottobosco, talora abbondante, testimonia la spontanea tendenza verso la formazione di un bosco di tipo mediterraneo. La pineta offre un notevole biospazio colonizzabile dalla fauna. Tra gli uccelli p facile rilevare la presenza del picchio rosso maggiore che si può udire mentre batte sui tronchi di piante deperienti alla ricerca di larve. Nidificano inoltre numerose specie, tra cui il cuculo , l'usignolo , la capinera e l'upupa , che caccia le larve della processionaria. Anche numerosi rettili e mammiferi, tra cui volpi, lepri e l'elusivo tasso, trovano rifugio in questo ambiente favorevole. Sono stati segnalati esemplari di daino probabilmente provenienti dall'Isola di Albarella, dove la specie, non autoctona, è presente in stato di semilibertà.

Fonte: Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po